Tra le tante leggende che avvolgono l'esclusivo ricettario della famiglia Inga, la più nota è quella riguardante l'Amaro, frutto della ricerca segreta di un monaco, padre Stanislao, missionario in India nei primi anni del Settecento.
Leggenda e aria di mistero avvolgono sempre le bevande inimitabili come AMARO MIO.

AMARO MIO è il nome musicale di un liquore digestivo molto armonico e morbido, composto, nelle giuste proporzioni, da più di trenta erbe, radici e cortecce.

AMARO MIO si beve liscio per godere delle sue proprietà digestive e on the rocks come aperitivo; AMARO MIO "affoga" con misura il gelato e "corregge" perfettamente il caffè.

Condividi su Condividi su Facebook